Tecnologia e Cultura, partnership tra Gruppo CEIT e Museo Nicolis

22 febbraio 2013

Tecnologia e Cultura, partnership tra Gruppo CEIT e Museo Nicolis

Il catalogo multimediale del Museo Nicolis sul “tavolo interattivo” Na-If, donato da CEIT. E il 27 febbraio, in programma presso il Museo, “Open Day b!”, l’evento che il  Gruppo organizza per presentare la società “b! powered by Reteco”.

Coniugare cultura e tecnologia, integrare la migliore eredità dell’ingegno umano e l’innovazione: è uno degli obiettivi dell’evento in programma mercoledì 27 febbraio al Museo Nicolis di Villafranca per iniziativa del gruppo Ceit che presenterà la fusione tra Reteco e b!, due delle aziende che compongono il gruppo e si fondono in “b! powered by Reteco”.

Il Museo Nicolis è stato scelto per l’evento perché è un luogo unico nel suo genere, che attraverso i gioielli automobilistici che custodisce rappresenta la storia e l’evoluzione della tecnologia. Per questo il gruppo Ceit lancia un ponte fra tradizione e innovazione, donando e installando al Museo Nicolis il primo esemplare dei “tavoli intelligenti” della gamma Na-if, l’interfaccia naturale che trasforma un semplice piano di lavoro in una superficie dinamica capace di interagire con l’utente.

Questo prezioso strumento, arricchito con le schede tecniche delle automobili, la documentazione di tutti i modelli esposti, la storia del fondatore Luciano Nicolis, le foto e i filmati, rimarrà a disposizione dei visitatori, che potranno usare la moderna tecnologia per seguire albori, crescita e missione culturale del Museo: un autentico catalogo multimediale e un supporto che favorirà la partecipazione e lo scambio di informazioni.

La giornata si aprirà alle 10 con un incontro riservato alla clientela del gruppo Ceit, nel quale la panoramica di  storia, attività e valori del gruppo si fonderà con le testimonianze delle aziende clienti. Nel pomeriggio, dopo una dimostrazione pratica delle potenzialità di Na-If, alle 18 si terrà la presentazione istituzionale al pubblico dell’azienda, che si evolve in “b! powered by Reteco”, rivolta agli imprenditori, alle realtà economiche del territorio e ai professionisti del settore.

“Fin dalla sua nascita Ceit accompagna le aziende con sistemi e soluzioni ICT all’avanguardia della tecnologia – sottolinea Sandro Bordato, ceo di Ceit –. L’accorpamento di Reteco e b! rende oggi più efficiente la nostra attività al servizio delle aziende nel nuovo mercato digitale, facendo del gruppo un player ancor più forte e competitivo. Motivo in più per creare questa collaborazione con il Museo Nicolis, che permetterà a entrambi di valorizzare l’integrazione fra la tecnologia e la cultura d’impresa”.

Il Museo Nicolis – conferma la presidente Silvia Nicolisnon è solo il custode di un’eredità unica, dove si conservano le eccellenza del passato, ma promuove l’innovazione: il luogo ideale quindi per la partnership con il gruppo Ceit, che si riconosce nel concetto “nel futuro per tradizione”. Il nuovo ingresso al Museo di un prezioso strumento di comunicazione interattiva arricchirà e renderà più appagante la visita alle collezioni, e suggerisce anche ad altre esposizioni una strada nuova da esplorare”.